Impianto GPL SGI-3

AG autogas systems SGI-3Negli ultimi anno i requisiti in materia di emissioni sono diventati sempre più severi. I massimi valori consentiti per le emissioni di gas di scarico verranno ulteriormente ridotti nei prossimi anni.

Per poter continuare a soddisfare questi requisiti, l'iniezione a GPL dovrà essere completamente sequenziale ed estremamente precisa.

L'impianto AG Autogas Systems SGI-3 è un impianto sequenziale multipunto a gas valorizzato. SGI-3 è stato concepito da TeleflexGFI. Sono stati sfruttati i segnali provenienti dalla centralina (ECU) per la benzina già presente sul veicolo.

La quantità di GPL viene calcolata con precisione e iniettata in ciascun cilindro.

schema impianto gpl sgi3

Composizione kit gpl AG SGI-3


Vaporizzatore AG Teleflex SGI3

Vaporizzatore AG Teleflex

Il GPL liquefatto passa dal serbatoio al vaporizzatore SGI-3.

La valvola del GPL è integrata nel vaporizzatore; quando la valvola è aperta la pressione è regolata su un valore impostato.

Un tubo collega il connettore del vaporizzatore a bassa pressione al collettore di aspirazione e consente di mantenere costante la pressione fra gli iniettori.

Sensore di pressione SGI3

Sensore di pressione

La pressione assoluta nel vaporizzatore (GAP) è misurata dalla centralina SGI-3 tramite un sensore di pressione posto nel portafiltro installato nel tubo del GPL che va agli iniettori.

La pressione GAP varia tra 1250 millibar (durante la decelerazione) a 2000 millibar (a pieno regime).

Il sensore fa si che la quantità di GPL iniettata sia sempre esatta. La centralina SGI-3 corregge gli sbalzi di pressione nel vaporizzatore regolando i tempi di apertura degli iniettori di GPL.

Sensore di pressione SGI3

Iniettore

Sull'impianto SGI-3 si può installare il nuovo iniettore con i seguenti vantaggi:

- ottime prestazioni in condizioni avverse;
- alta precisione del flusso;
- alta fedeltà;
- rilievo della pressione di flusso;
- varie misure per coprire una vastissima gamma di motori;
- resistenza nel tempo e allo sporco.

Oltre al nuovo iniettore di ultima generazione, sul nuovo impianto SGI-3 è possibile installare anche il collaudato iniettore SGI.

Centralina SGI3

Centralina

Il compito della Centralina SGI-3 è quello di convertire i tempi di apertura per gli iniettori di benzina nei tempi di apertura degli iniettori SGI.

Durante il funzionamento a GPL vengono simulati gli iniettori di benzina; il tempo d'inizio della centralina della benzina deve essere misurato leggendo i segnali di simulazione.

Interfaccia SGI3

Interfaccia

L'interruzione degli iniettori di benzina viene effettuata dalla cosiddetta unità d'interfaccia.

Viene azionata dal computer SGI quando avviene la commutazione da benzina a GPL, inoltre contiene un sensore di pressione integrato usato per misurare la pressione nel collettore di aspirazione del motore.

selettore carburante SGI3

Selettore carburante

Il selettore di carburante SGI è munito di indicatore di livello del carburante.

Il led rosso in basso sul'indicatore di livello del carburante si accende quando rimangono circa 5 litri di gas nel serbatoio.

Se si verifica un errore nel sistema verrà memorizzato un apposito codice e il led di diagnosi resterà acceso fisso.

Incentivi 2017 - Novità

Incentivi Impianto GPL MetanoInformazioni e dettagli specifici sui nuovi incentivi 2017 per la trasformazione a gpl e metano del proprio veicolo.

Incentivi GPL e METANO

Rispetto dell'ambiente

Video installazioniIl GPL e del METANO rispettano l'ambiente emettendo molte meno sostanze inquinanti rispetto alla Benzina e al Diesel.

Vedi la nostra sezione Ecologia

F.A.Q.

Perchè le testate del motore nel funzionamento a gpl/metano debbono avere determinate caratteristiche?

Le domande più frequenti

Officina specializzata
installazione impianti Gpl e Metano